Powered by EverLive.net

InSpiralling and Eddy-fying 

«Spira Mirabilis»

lorenzo scaretti inspirraling detailLa galassia con una conchiglia sul vertice estremo

 

2000-2006

elaborazione fotografica 116x165x9 cm (LED all'interno)

Dedicatto a Descartes, Jacob Bernoulli e Lord Rosse

 

 

 

Una spirale è una curva che si avvolge attorno a un punto dato o asse centrale, che ha un punto di inizio, ma prosegue infinitamente verso l’interno e verso l’esterno.

Nel 1638 Cartesio studiò la spirale logaritmica, distinguendola dalla spirale di Archimede, perché le distanze fra i bracci di una spirale logaritmica crescono secondo una progressione geometrica, mentre nella tradizione archimedea restano invariate.
Verso la fine del XVII secolo, il matematico Jackob Bernoulli scoprí molte proprietà della spirale logaritmica, rimanendone talmente affascinato da volerne una scolpita sulla sua lapide, accompagnata dall’iscrizione latina "Eadem mutata resurgo" (Risorgo uguale eppure diversa). Per errore, tuttavia, quella che apparve sulla sua tomba era una spirale tradizionale.

Nel 1845 l’astronomo Lord Rosse riuscì a vedere la forma a spirale della nebulosa M51 (la Galassia Vortice) grazie a un telescopio di 182 centimetri.Nei cinque anni successivi, scoprì alle 14 nebulose a spirale.

Libera interpretazione in computer graphic della "Galassia Vortice" M51/NGC594 (Spirale). La galassia si trova nella costellazione "Canex Venatici", distante 23 milioni di anni luce dal pianeta Terra dove, nell'anno 2000, la conchiglia a spirale "Nautilius Pompilius" è stata pescata nell'Oceano indiano.